MISSOLTINI
Valore Nutritivo (per porzione)

Energia (kcal) 665
Proteine (g) 28,1
Lipidi (g) 27,7
Glucidi (g) 80,9
Sodio (mg) 231
Colesterolo (mg) 0
Fibra (g) 3,2

Dove si possono trovare:

BENNET
CONAD
CARREFOUR
GARL.AN.D
IPERAL
IPER

METRO CASH&CARRY
REX SUPERMERCATI

CDA
CENTRO CASH
COOPERATIVA FRA PESCATORI GARDA
GE.NE GROUP
GLOBAL PESCA
ERVIGEL
ITTICA BRIANZA
ITTICA LECCHESE
LEM MARKET
OROBICA PESCA
TENTORI FRANCESCO & C
VERBANO ITTICA
VIVIANI GIORGIO

Preparazione per 6 porzioni
Tipologia: Pesci
Stagionalità: Autunno, Inverno
Difficoltà: Modesta
Tempo esecuzione: 10 min
Tecnica di cottura: Cottura alla griglia (o alla piastra)
Utensili: batticarne, tagliere, piatto di portata
Ingredienti:
MISSOLTINI (n.12; 800 g circa), PREZZEMOLO
TRITATO (2 cucchiai), OLIO EXTRAVERGINE DI
OLIVA (6 cucchiai), ACETO (6 cucchiai),
POLENTA ABBRUSTOLITA (6 fette, 600 g)
Esecuzione:
• (preparare una polenta, tagliarla a fette)
• Risciacquare i missoltini in acqua tiepida con
aceto per eliminare l’eccesso di sale ed il
grasso rassegato
• Con il batticarne, pressare i missoltini delicatamente sul tagliere
• Porre i missoltini su una griglia sufficientemente calda o, se si usa la piastra, in leggera inclinazione per evitare che friggano nel
loro olio
• Grigliare per pochi minuti
• Rimuovere le scaglie con un coltello
• Deporli su un piatto di portata, cospargere con prezzemolo tritato, aceto e olio
• Servire in combinazione alle fette di polenta, anch’esse grigliate.

Note: come si mangiano i missoltini
I missoltini si mangiano tagliandoli longitudinalmente, aprendoli con una leggera azione di leva esercitata dal coltello ed estraendo l’unica lisca centrale. Oltre che assaggiati nei ristoranti lariani, i missoltini possono essere acquistati in loco (nelle zone del centro Lago) e in alcuni negozi di gastronomia specializzata. Una lavorazione impropria può farne decadere la qualità: come quando la salatura è eccessiva o il grasso del pesce non è stato eliminato accuratamente durante la pressatura.

Varianti:
Gli agoni nel Rinascimento erano cucinati con uova e succo di melograno. Maestro Martino
prima li friggeva e poi li immergeva in una carpionatura di succo d’arance e agresto. Oggi l’agone si può consumare anche in carpione, oppure infarinato e fritto con burro e salvia.
Queste varianti riguardano la cucina dell’agone:
per i missoltini basterà ricordare la loro sostituzione in piatti più poveri con i saracchi (polenta e saracch) o con l’aringa affumicata.

Abbinamenti:
Una polenta calda o una polenta taragna possono sostituire le fette di polenta abbrustolita: in questo caso diventa piatto unico. Il vino di accompagnamento deve essere necessariamente rosso, giovane e ben corposo.

Ricette tradizionali:
Scaldare il prodotto su piastra calda e condire con olio e aceto.
Preparare a parte un trito di prezzemolo e aglio e unire il tutto lasciando il preparato a marinare almeno 24 ore prima di consumarlo.
E inoltre possibile degustare il prodotto unendolo a un gustoso trito di cipolla cruda e fagioli borlotti.
Per i palati più raffinati è consigliato immergere il prodotto in una vaschetta con del latte per 24 ore circa per poi essere grigliato comeprevede la nostra tradizione e aggiungere un gustoso contorno di polenta.
E' consigliato condire il tutto con olio di girasole e Aceto Balsamico di Modena

Agoni con prezzemolo ed aglio
Grigliare a fuoco basso poi sfilarli ancora caldi, condire con olio extravergine d'oliva, cospargere con prezzemolo ed aglio trito

Agoni con cipolla cruda bianca o scalogno dolce e fagioli borlotti
Grigliare a fuoco basso poi sfilarli ancora caldi, condire con olio extravergine d'oliva, unire la cipolla cruda tritata fine e i fagioli borlotti

Agoni per sugo di pasta o riso
Grigliare a fuoco basso poi sfilarli ancora caldi, passarli nel mixer. A pert preparare un soffritto di cipolla dolce o scalogno e pomodorini freschi unire il tutto e spolverare di peperoncino.

Agoni solo con olio e aceto
Grigliare a fuoco basso poi sfilarli ancora caldi, condire con olio di girasole o extravergine d'oliva

Ricetta per togliere il sapore del sale agli agoni e renderli più dolci
Metterli a bagno 24 ore prima nel latte, grigliarli a fuoco basso per poi sfilarli ancora caldi, condire solo con olio di girasole o extravergine d'oliva, e aggiungere qualche cappero dissalato.